Pinocchio diventa #TwPinocchio

Tw Letteratura propone alla comunità di Twitter la riscrittura del testo di Carlo Collodi, opera fondamentale della nostra letteratura che continua a parlarci ben oltre l’accomodante etichetta di “libro per bambini”. Partiremo il 10 novembre 2014 e coinvolgeremo le scuole di tutta Italia.

Pinocchio

È deciso. Il prossimo 10 novembre partirà la riscrittura su Twitter delle Avventure di Pinocchio di Carlo Collodi. Hashtag del progetto: #TwPinocchio. Vogliamo ripetere l’exploit dello scorso anno, quando lanciammo l’operazione #TwSposi coinvolgendo migliaia di utenti e decine di scuole. Abbiamo scelto un’opera popolarissima, ma altresì complessa. Un’opera che viene spesso rubricata fra la letteratura per bambini e che invece parla anche ai ragazzi e agli adulti. Tradotte in tutto il mondo, analizzate da generazioni di critici, sottoposte a innumerevoli adattamenti ed esercizi di scrittura, le Avventure di Pinocchio sembrano avere una riserva di senso inesauribile. A ciò si aggiungono le qualità stilistiche del testo, che Italo Calvino considerava paragonabili a quelle dei Promessi sposi di Manzoni e delle Operette morali di Leopardi.

Perché Pinocchio

Fra le tante chiavi di lettura, ne abbiamo privilegiata una, suggeritaci dallo stesso Calvino: Pinocchio è un libro che si caratterizza per una forte apertura nei confronti del lettore. È, a suo modo, un’opera che stimola la collaborazione interpretativa fra testo e lettore. Le sue intenzioni sono ambigue, nascoste, iscritte come tracce all’interno del testo. Non a caso Pinocchio è stato oggetto di importanti riscritture. Pensiamo al libro parallelo di Giorgio Manganelli, che vede il famoso burattino impegnato nell’attraversamento dell’Erebo, il Regno dei Morti. Ma pensiamo anche alle “riscritture” di Roberto Benigni e dello stesso Walt Disney. Insomma: pensiamo che le Avventure di Pinocchio non siano finite e che ci siano ancora molti modi di raccontarle. La situazione ideale, per noi di TwLetteratura.

Il coinvolgimento delle scuole

Come già sperimentato con #TwSposi, intendiamo coinvolgere le scuole di tutta Italia. Invitiamo pertanto gli insegnanti a prendere contatto con noi (info@twletteratura.org) per notificarci la loro adesione. Anche coloro che non hanno partecipato alla riscrittura dei Promessi Sposi potranno aderire a #TwPinocchio e riceveranno il nostro supporto per condurre il progetto al meglio nell’ambito dell’attività didattica già pianificata. Come lo scorso anno, potranno aderire singole classi, raggruppamenti di classi o interi istituti. La novità è che quest’anno invitiamo a partecipare a #TwPinocchio le scuole di ogni grado: elementari, medie e superiori.

Il testo

Il nostro punto di riferimento è il testo tratto dall’Edizione Critica edita dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi a cura di Ornella Castellani Pollidori con il patrocinio dell’Accademia della Crusca, disponibile integralmente in versione PDF sul sito della fondazione stessa. Se alle scuole elementari proponiamo di lavorare su un adattamento di Pinocchio per l’infanzia, agli altri studenti suggeriamo di esercitarsi sul testo originale di Collodi. Ricordiamo peraltro che delle Avventure di Pinocchio esistono numerosissime edizioni (Einaudi, Feltrinelli, Giunti e altri), anche in formato ebook. Segnaliamo inoltre l’audiolibro edito da Giunti e superbamente interpretato da Paolo Poli.

Il calendario

Le avventure di Pinocchio si compongono di 36 capitoli. La riscrittura si svolgerà dal 10 novembre 2014 al 20 gennaio 2015. Le scuole potranno comunque definire un calendario personalizzato, in funzione delle loro esigenze di pianificazione dell’attività didattica:

I partner

Realizzato in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, #TwPinocchio vede la collaborazione dei seguenti partner di progetto: Blogmeter, Calembour Design, Cbook e Cross Library, Festival delle Generazioni, Litteratour, Pagina 99, Salone del Libro, @Stoleggendo, #Svolgimento e Tweetbook. TwLetteratura vuole coinvolgere ulteriori soggetti, che possono dare a vario titolo un contributo alla conoscenza del libro di Collodi e al lavoro di divulgazione e studi attraverso la riscrittura su Twitter.

Come seguirci

Per essere aggiornati sugli sviluppi di #TwPinocchio e degli altri progetti di Tw Letteratura sottoscrivete la nostra newsletter settimanale. Inoltre vi ricordiamo che abbiamo creato un gruppo di discussione su Google+, con lo scopo di approfondire insieme i contenuti e gli obiettivi delle nostre attività.

6 Comments

  • Daniela Campagna scrive:

    Buongiorno! Ho partecipato a Leucò, Invisibili e Shelley14.
    Ora… non mi dispiacerebbe coinvolgere la seconda media in cui insegno italiano in questa avventura!
    Aspetto ulteriori informazioni.
    A presto!
    Daniela C.

    • Cara Daniela,

      scusaci per il ritardo nella risposta: abbiamo avuto alcuni problemi tecnici sul sito. Ci ricordiamo bene di te 😉 Siamo molto contenti della tua partecipazione al gioco. Inviaci il nome della classe e della scuola all’indirizzo info[at]twletteratura.org. Ti suggeriamo inoltre di iscriverti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti sul progetto. Ti segnaliamo, inoltre, che è possibile co-progettare #TwPinocchio insieme agli altri insegnanti che partecipano al progetto e ai membri più esperti della comunità su una community ad hoc che abbiamo da poco aperto su Google+.

      Benvenuta su #TwPinocchio!

  • Elisabetta Casagli scrive:

    Buongiorno, vi ho conosciuto nell’occasione di #2019Si e ora mi piacerebbe partecipare alla riscrittura di Pinocchio. Libro da me preferito e così importante che sto portando avanti una startup lavorativa col simbolo e il nome del burattino toscano! Mi ci volete?

  • Buongiorno, insegno italiano nella scuola primaria e l’anno scorso, con le colleghe delle classi parallele, abbiamo usato il libro di Pinocchio in classe seconda come sfondo integratore di svariate attività didattiche. Abbiamo costruito un abbecedario utile al ripasso delle lettere dell’alfabeto, abbiamo inventato una grammatica con Pinocchio e i personaggi del libro per rendere più simpatica l’acquisizione delle prime abilità di riflessione linguistica, abbiamo costruito schede di matematica e realizzato un piccolo spettacolo teatrale . Ai bambini è piaciuto moltissimo, però mi chiedo in che modo possano essere coinvolti dei bambini di otto anni, soprattutto tenendo conto del fatto che si farà riferimento a un social network verso il quale i genitori degli alunni potrebbero avere più di una perplessità. Mi sono iscritta comunque alla vostra newsletter e mi confronterò con le mie colleghe e con il dirigente scolastico. un saluto cordiale.

    • Ciao Maria Cristina,

      per i bambini delle scuole elementari è possibile replicare il gioco prima su carta, con fogli in cui inserire testi di 140 caratteri, poi su Twitter, con l’inserimento dei tweet su Twitter sotto la guida dell’insegnante e con un account scolastico. Lo scorso anno abbiamo utilizzato questo metodo con le Favole al telefono di Rodari: bambini e insegnanti si sono appassionati molto al gioco. Troverai qualche testimonianza dei bambini in questo filmato (es. minuto 38’50”): http://youtu.be/X9F_9YpQP3w. Scrivici pure su info[at]twletteratura.org, così approfondiamo. Intanto, complimenti per la vostra attività didattica, ciò che fare pare bellissimo! A presto con #TwPinocchio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *