Petrarca stregato da Pavia

Quella fra Petrarca e Pavia fu una storia d’amore. La ripercorriamo leggendo e riscrivendo su Twitter (#TwPetrarca) la lettera del poeta all’amico Boccaccio.

Francesco Petrarca

 

Francesco Petrarca soggiornò a Pavia a più riprese, fra il 1363 e il 1369. Nella città era ospite di Galeazzo II Visconti, alla cui corte portava lustro in qualità di umanista e ambasciatore. Il grande poeta era stregato da Pavia, dal suo paesaggio, dalla sua storia. Questo amore è testimoniato dalla famosa lettera (Seniles V 1) che egli indirizzò all’amico Giovanni Boccaccio nel 1365. La città vi è presentata in tutte le sue bellezze, attraverso un irresistibile itinerario del cuore. Nella lettera si descrivono monumenti purtroppo perduti, come la statua tardoantica del Regisole (distrutta nel 1796 dai giacobini), e altri che si possiamo ammirare ancora oggi, come la basilica di San Pietro in Ciel d’Oro. Né Petrarca manca di menzionare i grandi che erano allora tumulati in quella chiesa – Sant’Agostino, Severino Boezio, Liutprando – e che tuttora vi trovano riposo.

A distanza di 650 anni vogliamo rileggere insieme quella lettera e ripercorrere l’itinerario di Petrarca a Pavia. Lo facciamo, come di consueto, con una riscrittura su Twitter (hashtag #TwPetrarca). E ci uniamo in tal modo idealmente all’iniziativa PaviaPetrarca 1365/2015, promossa da Università di Pavia, Associazione Docenti e Ricercatori dell’Ateneo Ticinese, Associazione Culturale e Touring Club) per celebrare quell’importante documento storico.

Da domani a domenica l’epistola del Petrarca sarà letta e commentata nelle scuole, nelle biblioteche, nelle librerie e in evento centrale il sabato mattina, a cui seguirà una tavola rotonda. Ci saranno poi una visita dei luoghi petrarcheschi a cura del Touring Club Italiano e un concerto dell’ensemble La Fonte Musica sulla presenza della poesia di Petrarca nella musica dal Trecento al Seicento. Il programma completo del weekend è disponibile sul sito del quotidiano La Provincia Pavese. Lo scopo non è solo celebrativo. Si vuole far tornare Pavia, almeno per un fine settimana, città di Petrarca: un vero ritorno del grande poeta del Trecento, dunque, della forza della letteratura e della cultura umanistica.

Come si gioca

TwLetteratura si unisce a PaviaPetrarca 1365/2015 proponendo alla comunità di Twitter la riscrittura della famosa lettera a Boccaccio. Il gioco parte alle ore 20 di giovedì 7 maggio 2015 e dura tutto il fine settimana. Trovi qui la versione integrale della lettera. Lasciati ispirare dal testo e riscrivilo su Twitter in 140 caratteri, con l’hashtag #TwPetrarca. Puoi anche aggiungere ai tuoi tweet immagini dei luoghi descritti e georeferenziarli. Ancora meglio se usi la app Litteratour, che ti permette di collegare i singoli passi della lettera alla mappa della città. Costruisci insieme a noi una guida di Pavia fatta con gli occhi di Petrarca. Sarà una grande poesia collettiva.

Vuoi sapere di più su TwLetteratura? Iscriviti alla newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *