#ioleggoperché2017

Sabato 28 ottobre vi aspettiamo a Firenze per il RodoTwitta, l’evento organizzato dal Liceo Scientifico Rodolico alla libreria Alfani in occasione del contest #ioleggoperché2017.

#ioleggoperché2017

#ioleggoperché: il progetto

È giunto alla terza edizione #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura, organizzata a sostegno delle biblioteche scolastiche dall’Associazione Italiana Editori in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche), l’ALI (Associazione Librai Italiani – Confcommercio) e Libriamoci. Da sabato 21 a domenica 29 ottobre 2017, nelle librerie aderenti sarà possibile acquistare libri da donare a scuole di tutti gli ordinamenti. Al termine della raccolta, gli editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva, donandoli alla biblioteche scolastiche degli istituti iscritti.

Il RodoTwitta

Anche il Liceo Scientifico Niccolò Rodolico di Firenze ha aderito al progetto e si è gemellato con tre
librerie fiorentine. Una di queste, la libreria Alfani (via degli Alfani, 84/86r), avrà un ruolo particolare: sabato 28 ottobre, dalle ore 17 alle 19, accoglierà l’evento di social reading RodoTwitta, organizzato con TwLetteratura. Tema del workshop una scelta di racconti di Dino Buzzati: misteri, magie, inquietudini e strani presentimenti sorprenderanno i twitterlettori più giovani (e anche quelli più maturi!).

Claudia CrescenteL’evento parteciperà al contest #ioleggoperché2017: le cinque scuole che avranno organizzato l’iniziativa più originale e coinvolgente riceveranno in premio un buono acquisto del valore di 2.000 Euro da spendere in libri per rifornire e aggiornare la loro biblioteca.

Referente del progetto, la prof.ssa Claudia Crescente (@lalagedulce), che al liceo Rodolico insegna Materie letterarie e Latino.

 

Vuoi sapere di più su TwLetteratura? Iscriviti alla newsletter e scarica Betwyll, la app di TwLetteratura da App Store o Google Play.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *