#TwContare: leggiamo inSTEMe un film!

#TwContare è il primo gioco dedicato a un film: dall’8 al 23 marzo 2018 commentiamo su Twitter e Betwyll Il diritto di contare di Theodore Melfi per ispirare tante studentesse alle materie STEM. Si tratta di un progetto didattico in Creative Commons con il metodo TwLetteratura ideato da Stefania Bassi.

#TwContare

A marzo, nel mese simbolicamente dedicato alle donne, arriva #TwContare, il primo gioco di lettura dedicato a un film (in cui le donne contano molto). Dall’8 al 23 marzo 2018 commenteremo su Twitter e su Betwyll Il diritto di contare di Theodore Melfi e cercheremo di ispirare tante studentesse alle materie STEM.

– Mary, una persona con una mente da ingegnere dovrebbe
essere un ingegnere: non puoi fare calcoli per il resto della vita!
– Signor Zielinsky, io sono una donna di colore. Non prenderò in considerazione l’impossibile.
– E io sono un ebreo polacco, i cui genitori sono morti in un campo di concentramento…
E adesso mi trovo sotto una navicella spaziale che porterà un astronauta verso le stelle.
Credo sia lecito dire che stiamo vivendo l’impossibile.
Ti faccio una domanda: se tu fossi un uomo bianco, vorresti diventare un ingegnere?
– Non lo vorrei diventare: lo sarei già diventato!
(da una scena del film)

Il film

#TwContare è un gioco di social reading davvero speciale: per una volta vi proponiamo di leggere insieme, anziché un libro, un filmIl diritto di contare di Theodore Melfi (2016), basato sul testo Hidden Figures di Margot Lee Shetterly, racconta la vera storia della matematica, scienziata e fisica Katherine Johnson e delle sue due colleghe, il supervisore non ufficiale Dorothy Vaughan e l’aspirante ingegnere Mary Jackson. Negli anni ’60 collaborarono alla NASA nel gruppo conosciuto come West Area Computers, formato interamente da donne afro-americane e matematiche e, sfidando pregiudizi di razza e di genere, contribuirono al successo della Missione Mercury-Atlas 6, lanciando in orbita il primo astronauta statunitense.

Come si intuisce già dal trailer, è proprio il talento e la passione per STEM delle tre protagoniste a fare la differenza: Mary riesce a risolvere i problemi strutturali della navicella spaziale, Dorothy a sbloccare uno dei primi enormi calcolatori informatici e Katherine, con i suoi calcoli sulla traiettoria, a salvare la vita all’astronauta. Katherine, Mary e Dorothy si ribellano pacificamente alle assurde leggi segregazioniste, che gli proibiscono di iscriversi all’università, di entrare in biblioteca e, addirittura, di usare lo stesso bagno delle donne bianche. Proprio usando le armi pacifiche dell’impegno, dello studio e della determinazione le protagoniste dimostrano – alla società che le vuole escludere per il colore della pelle e per il fatto di essere donne – quanto invece ci sia un disperato bisogno di loro.

L’ispirazione del progetto

#TwContare si svolgerà non casualmente proprio nel mese di marzo: dal 2016 il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità, ha lanciato l’iniziativa Il Mese delle Stem – Le studentesse vogliono contare!, dedicando il mese di marzo a eventi realizzati nelle scuole (e non solo) con lo scopo di sensibilizzare i docenti ed incoraggiare le studentesse ad approfondire le tematiche STEM. Il nostro gioco diventerà, inoltre, uno dei tanti “petali” della settimana della Rosadigitale, manifestazione nazionale per le pari opportunità di genere nel campo del digitale.

Le donne in gioco

Il nostro gioco si svolgerà su Twitter e su Betwyll e sarà rivolto a tutta la comunità, ma è nato pensando in particolare al mondo della scuola, nella speranza di ispirare specialmente le alunne verso le materie STEM: queste ultime possono considerarsi a tutti gli effetti le co-protagoniste del film!

Tutti potranno commentare le varie scene del film con l’hashtag #TwContare, e chi lo vorrà potrà anche dialogare idealmente via tweet/twyll con le protagoniste del film. A dar voce a queste tre donne straordinarie ci sarà infatti il lavoro corale di alcune studentesse, altrettanto straordinarie, di cui sveleremo l’identità, come da tradizione di TwLetteratura, solo alla conclusione del gioco. Ecco i loro account, di cui diventare immediatamente follower:

Oltre alle protagoniste della narrazione filmica, ci sono altre donne “reali” che sosterranno il nostro gioco. Come Elvira Valleri, storica della Società Italiana delle Storiche (SIS), associazione che si propone di valorizzare la soggettività femminile e la presenza delle donne nella Storia. Su Twitter ci saranno poi tre “social madrine” del progetto che interagiranno con i tweet delle studentesse e della comunità. Si tratta di tre donne che testimoniano ogni giorno, nel loro lavoro, la passione per le STEM: sono @CHIARABURBERI, @letiziadavoli e @flavia_marzano.

Le regole del gioco

SU TWITTER

#TwContare è adatto alle ultime classi della scuola primaria e alle scuole secondarie di I e II grado, con particolare riguardo alle bambine e alle ragazze, ma chiunque, sensibile alle tematiche trattate, può partecipare. Il film lo guarderemo su DVD o altro formato digitale, commentandolo tramite gli account personali o di scuola.

SU BETWYLL

Per commentare #TwContare è necessario scaricare l’app Betwyll da App Store o Google Play: si può far pratica con il tutorial “Inizio a usare Betwyll” e poi cominciare a giocare con gli altri lettori e lettrici della community. Oltre al trailer del film, per ciascun capitolo saranno pubblicati dei riassunti, cui agganciare i propri commenti.

IN CLASSE

Nelle classi è consigliato procedere gradualmente: qualche giorno prima dell’avvio del progetto, si potrebbe proiettare il film senza interruzioni per poter apprezzare la narrazione nella sua interezza. Poi, a partire dall’inizio del gioco (previsto simbolicamente per l’8 marzo), procedere proponendo un singolo “capitolo” alla volta, della durata di circa 15 minuti, secondo il calendario di lettura e riscrittura filmica. Si inviterà poi, capitolo per capitolo, a produrre brevi riflessioni, commenti o domande in forma di messaggi da condividere e/o indirizzare direttamente alle tre protagoniste della storia, senza dimenticare di indicare l’hashtag come da calendario.

PAPER TWEET

Per i più piccoli, i messaggi potranno essere scritti utilizzando uno specifico modulo di carta, detto paper tweet: qui il modello da stampare. Sarà poi l’insegnante, se vorrà con l’aiuto delle alunne e degli alunni, a digitalizzare e a pubblicare i tweet/twyll di carta su Twitter/Betwyll, possibilmente attraverso un account ad hoc dedicato alla classe o alla scuola.

ISCRIZIONE

Ogni insegnante può iscrivere la sua scuola o la sua classe con una mail a scuole@twletteratura.org, indicando:

  • nome della classe o delle classi
  • nome della scuola
  • città e provincia
  • tipo di scuola (infanzia; primaria; secondaria di I grado; secondaria di II grado)
  • nome degli eventuali account Twitter e/o Betwyll di classe/della scuola
  • nome e cognome dell’insegnante referente per il progetto
  • indirizzo email dell’/degli insegnante/i referente/i per il progetto

CALENDARIO

Il calendario avrà la durata di circa due settimane ed è suddiviso in 7 capitoli di “tempo” che fanno riferimento, anziché a pagine, ai minuti del film. Leggeremo un capitolo ogni due giorni, dal lunedì al venerdì, interrompendo il gioco nel weekend:

  • giovedì 8 e venerdì 9 marzo: cap. 1, dall’inizio del film al min. 15:56 | #TwContare/01
  • lunedì 12 e martedì 13 marzo: cap. 2, dal minuto 15:57 al min. 31:44 | #TwContare/02
  • mercoledì 14 e giovedì 15 marzo: cap. 3, dal minuto 31:45 al min. 48:27 | #TwContare/03
  • venerdì 16 e sabato 17 marzo: cap. 4, dal minuto 48:28 al min. 1:07:39 | #TwContare/04
  • lunedì 19 e martedì 20 marzo: cap. 5, dal minuto 1:07:40 al min. 1:24:19 | #TwContare/05
  • mercoledì 21 e giovedì 22 marzo: cap. 6, dal minuto 1:24:20 al min. 1:41:39 | #TwContare/06
  • venerdì 23 marzo: cap. 7, dal minuto 1:41:40 alla fine del film | #TwContare/07

Stefania Bassi su Twitter è @wlascuolaviva, mentre nella realtà è maestra di scuola primaria e animatrice digitale nell’Istituto Comprensivo “C. A. Dalla Chiesa” di Roma. Formatrice per il Piano Nazionale Formazione Docenti, spesso gira l’Italia per condividere le sue esperienze didattiche, che racconta anche su Agenda Digitale e Mamamo. Ha partecipato a numerosi progetti di social reading con TwLetteratura e ha avuto l’onore di essere Angelica nel progetto di #OrlandoPazzo. Ispirandosi al metodo e alla poetica di Gianni Rodari, ha ideato il TwLab, laboratorio di scrittura su paper-tweet, per educare i bambini ad un uso positivo dei social e ha curato il kit didattico per RingraziareVoglio, progetto di scrittura poetica in Rete. Recentemente ha fatto parte del Gruppo di lavoro del MIUR sulla mappatura delle metodologie didattiche innovative.

Vuoi sapere di più su TwLetteratura? Iscriviti alla newsletter e scarica Betwyll, la app di TwLetteratura da App Store o Google Play.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *